L’esistenzialismo di Gazdanov

Morte, felicità e assassinio. Il romanticismo esistenzialista dell’osseta Gajto Gazdanov si mostra nella sua opera “Il fantasma di Alexander Wolf”.

Thomas Ligotti è un profeta dell’apocalisse

L’estinzione come redenzione dell’umanità. Per farla finita con noi stessi.

Dentro la silver economy

L’Occidente ha rifiutato la trascendenza e ha scelto la teologia del consumo, in cui l’anzianità diventa solo un nuovo mercato da sfruttare adesso che esistono ancora pensioni a quattro zeri.

Non è possibile morire…

Perché si muore? Perché tormentiamo chi sta per morire? A Lev Tolstoj è stato dato il dono di nominare l’innominabile. “La morte di Ivan Il’ič”, una lettura

Il potere dei morti

Tutta la nostra vita – dalle promesse fraintese alle minacce sanitarie – è in balia dei morti. Pensieri & parole

Breviario del Caos

Albert Caraco mette in mostra la disperata realtà che ci circonda

Morte, rito, società

La società dei consumi ci ha disabituato alla concretezza delle immagini di morte, relegando la sofferenza nel privato e rendendo la collettività apatica

Italia paranoica

Siamo morti il giorno in cui abbiamo creduto, anche per un attimo, di essere immortali.

Riflessioni sulla morte di Yukio Mishima

Il saggio di Henry Miller del 1972 analizza il gesto politico massimo dell'intellettuale giapponese Yukio Mishima: quel suicidio tradizionale in diretta televisiva che al contempo denunciava il tramonto dello spirito del Sol Levante e consentiva all'autore di liberarsi dalla prigione della vita, per consegnarsi all'eternità.