Autopsia dell’uomo contemporaneo

Nel suo nuovo film Crimes of the Future (2022), David Cronenberg mette in scena un inquietante futuro distopico in cui l’arroganza umana cerca di far sottomettere l’evoluzione naturale della specie alla tecnologia.

Ciò che oso pensare

GOG Edizioni pubblica un libro “scandaloso”. Julian è il vero convitato di pietra del Mondo Nuovo, la fonte di inesauribile ispirazione e il modello con cui, a volte, si fa l’amore e altre volte si lotta. È a Julian che bisogna guardare se si vuole capire il profetare mondano di Aldous. 

Il secolo infinito

la letteratura visionaria e apocalittica di Herbert George Wells

Sophia, la mamma robot

Una macchina in grado di emulare l’essere umano, di parlare di maternità, potrebbe un giorno desiderare di più? Riflessioni tra fantascienza e realtà

Il futuro è terminato?

Dal Golem a Terminator, la fantascienza ha forgiato il nostro presente. E oggi? L'immaginazione sul futuro che ci aspetta sembra essere arrivata ad un bivio

La Saga delle saghe

Venerata dalla quasi totalità dei nuovi colossi (e profeti) della tecnologia, Dune pone più interrogativi di quanti ne riesca a nascondere

La Bibbia degli Anti-sistema

Da Elon Musk ai suprematisti bianchi, tutti citano “Dune”, il capolavoro di Frank Herbert. E c’è chi lo imbraccia come progetto politico alternativo

L’ultimo ribelle

Visionario, estremo, poligrafo. Philip K. Dick ha forgiato il nostro immaginario. “Viviamo davvero nel suo universo e, in un certo senso, nel suo cervello”. Lo dice Jonathan Lethem

Esoterismo alla Dick

“Valis” è l’opera estrema di Philip K. Dick, dove la letteratura si disfa in rivelazione, in esperienza mistica, totale. Nella mente dello scrittore inclassificabile

I navigatori dell’infinito

La fantascienza di J.-H. Rosny aîné.

Poetica e tecnologia nel pensiero di William Ford Gibson

Breve storia del movimento Cyberpunk.

Il Sogno di X

L'immaginario distopico e orrorifico dell'opera di W.H. Hodgson è un capolavoro della letteratura fantastica dei primi del '900. Oltre a voler risvegliare le più arcaiche paure dell'uomo, l'autore ci ricorda quanto sia debole la natura umana e il fragile equilibrio del nostro pianeta.